top of page

Dieta Ayurvedica per il mese di Marzo




Benvenuto Marzo! Le giornate si allungano, la Natura si risveglia! Eppure, non sempre ci si sente al massimo della forma... Le giornate calde potrebbero lasciare dietro di sé congestione e problemi alle vie respiratorie: in primavera, sono le giornate calde che fanno star male. Dopo aver combattuto il freddo per tutto l'inverno, il corpo è impreparato all'improvviso aumento della temperatura. I consigli ayurvedici su dieta, stile di vita e erbe possono aiutarci a rimanere in salute a marzo.


Clima


Il clima di marzo è imprevedibile, ma c'è comunque abbastanza calore per "sciogliere" il grasso. Il petto e i setti paranasali iniziano a trasudare catarro. Potrebbe esserci umidità e gonfiore a livello cutaneo, e anche la fronte può essere fresca e umida. Come gli animali in letargo tornano in vita, così dovremmo fare anche noi. Le giornate più lunghe e luminose invitano a godersi il sole: non esitare a passare più tempo possibile all'aria aperta, questo aiuta tantissimo il corpo-mente a trovare equilibrio.


Psicologia ed emozioni


Psicologicamente, marzo è un mese di emozioni altalenanti: frustrazione e lamento, rabbia e depressione, sofferenza e liberazione di emozioni profonde. Esercizi di respirazione (pranayama), come bhastrika e kapalabhati, possono eliminare la pesantezza dal petto. Mentre il corpo scioglie ciò che è rimasto congelato durante l’inverno, a marzo potrebbero emergere sogni di acqua fresca. Cosa si nasconde nel profondo del nostro subconscio..?


Marzo nel corpo


Quando lo strato di grasso invernale inizia a sciogliersi, questo arricchisce il sangue, che congestiona il tuo sistema circolatorio. Questo cambiamento ci rende vulnerabile ai disturbi Kapha tra cui congestione respiratoria, perdita di appetito, infezioni sinusali e muco denso. Per prevenire il ristagno, è bene evitare cibi grassi, ricchi e dolci ogni volta che ci si sente lenti, pesanti o senza appetito. Le verdure amare come la cicoria, i diuretici come il sedano, le spezie piccanti come il pepe di Caienna e i lassativi delicati come l'aloe vera possono sciogliere la congestione, ridurre i grassi nel sangue e drenare la ritenzione idrica in eccesso.


Con il disgelo primaverile il corpo elimina il grasso invernale dalla pelle. Questi grassi ci isolano dal freddo per tutto l’inverno. Mentre il tuo corpo si prepara per il clima più caldo, il rapido rilascio di grassi addensa il sangue, creando una congestione sanguigna. Ravanelli crudi, aglio in salamoia e altri amari piccanti migliorano la capacità del corpo di metabolizzare questi grassi e mantenere un buon flusso sanguigno.


L’imprevedibilità di marzo danneggia ulteriormente l’immunità dei polmoni: è importante vestirsi a strati, soprattutto in giornate ventose. Si può utilizzare spesso un neti pot per mantenere la cavità del seno libera da eventuali accumuli. Prezzemolo fresco, sedano, coriandolo, cumino, mais e altri diuretici caldi aiuteranno a drenare i liquidi in eccesso. Con la luminosità di marzo iniziano a sbocciare i primi fragili boccioli della primavera e con essi la voglia di verdure tenere come il crescione e la rucola. La senape offre un forte calore speziato, la spinta energizzante della clorofilla e un gusto amaro rivitalizzante. A marzo continua la pulizia del fegato iniziata a febbraio.


I Dosha a Marzo


I Dosha sono il concetto base per capire che dieta seguire in questo mese. Ogni persona ha un dosha diverso e se non conosci il tuo, ti invito a leggere questo articolo che spiega cosa sono (Altrimenti tutto quello che c'è scritto da qui in poi sarà difficilmente comprensibile)


Kapha a marzo


I tipi Kapha sono i più sensibili ai cambiamenti di marzo poiché tendono già all'eccesso di acqua, muco e congestione. Durante l'inverno un accumulo di grassi e una circolazione stagnante solidificano Kapha nel corpo. L'aumento delle temperature “scioglie” questo eccesso di Kapha provocando una sorta di apertura della diga. Congestione, nausea flemmatica, perdita di appetito e malessere generale possono affliggere gli individui Kapha in questo periodo dell'anno. Dovrebbero eliminare la congestione e l'eccesso con spezie riscaldanti, diuretici, diaforetici ed esercizio fisico. I cibi leggeri e amari e le erbe aromatiche sono utili per asciugare l'umidità in eccesso.


Pitta a marzo


Il fegato continua a lavorare duramente a marzo poiché il grasso invernale in eccesso viene metabolizzato. Le persone con il dosha prevalente Pitta potrebbero notare che sono particolarmente irritabili in questo periodo a causa della congestione del fegato. I Pitta a marzo dovrebbero evitare cibi fritti e alcol per sostenere il più possibile il fegato. Le erbe e gli alimenti acidi e amari aiutano a purificare il fegato dal calore.


Vata a marzo


I Vata accolgono il calore e l'umidità di marzo. Il clima irregolare rappresenta per loro la sfida più grande, perché il freddo li indebolisce. Dovrebbero essere sicuri di portare con sé degli strati di vestiti poiché le temperature hanno il potenziale per cambiare ampiamente.


Routine ayurvedica di marzo


L’inizio della primavera è il momento per rigenerarsi (costruire Prana).

Proprio come il sole sorge prima, dovremmo farlo anche noi. Prova a svegliarti poco prima dell'alba.

L'esercizio fisico è fondamentale in questo periodo dell'anno per eliminare lo strato di grasso invernale e prevenire la congestione. E' consigliato usare il Neti Pot ogni giorno al risveglio per incoraggiare l'eccesso di Kapha a fuoriuscire dal corpo, per poi continuare con pratiche di respirazione quotidiana (pranayama) come kapalabhati, bhastrika e anuloma viloma che asciugano i setti nasali dopo il neti e mantengono la testa e i polmoni liberi.


Poiché l'umidità abbonda, è possibile seguire una routine pacificante Kapha: iniziare con la spazzolatura a secco di tuto il corpo. Quindi, massaggiare il corpo con un olio da massaggio pacificante per Kapha (anche olio di mandorla va bene). Dopo aver risciacquato l'olio in eccesso sotto la doccia, strofinare polvere di vacha (anche chiamata radice di calamo, o bandiera dolce) sulla pelle per rivitalizzare la pelle e supportare il corretto funzionamento del sistema linfatico. 


E' importante evitare i sonnellini diurni poiché questi aumentano Kapha.


Continuare ad andare a letto entro le 22:00, anche se questo è il periodo dell'anno in cui il corpo ha effettivamente bisogno della minor quantità di riposo.


Dieta ayurvedica per marzo


Continuare con cibi più leggeri - in generale- per tutta la primavera. Preferire i gusti pungenti, amari e astringenti. E' importante introdurre cibi che costruiscono Prana: questi includono alimenti di colore verde, ad esempio le verdure giovani, fresche e tenere (come rucola, spinaci, lattuga), i germogli e gli alimenti ricchi di clorofilla come la spirulina. Il modo più facile per ottenere Prana è consumando verdura selvatica, abbondante nelle campagne in questo mese.


Aggiungere la spirulina ai succhi di verdura, i quali non solo costruiscono prana, ma aiutano a metabolizzare i grassi. Questo è il periodo migliore dell'anno per gustare le insalate. Oltre ad aumentare il prana, le verdure amare hanno l’ulteriore vantaggio di pulire delicatamente il fegato. Questo è un ottimo periodo per introdurre il coriandolo fresco in cucina. Il coriandolo è ricco di prana, è un ottimo digestivo e disintossicante e pacifica tutti e tre i dosha.


Pepe nero, cannella e zenzero possono essere aggiunti alle tisane ed in cucina: questo è il periodo dell'anno per ravvivare tutto! Le spezie pungenti come il peperoncino e il pepe di Cayenna servono ad aprire le vie respiratorie e ad eliminare l'eccesso di Kapha dal corpo. Prediligere legumi e le proteine più leggere. Come sempre, i Pitta devono andarci piano con il piccante.


Anche le Brassicacee come broccoli, cavolfiori, cavoli e cavoletti di Bruxelles servono a bilanciare Kapha. Le persone con una prevalenza di dosha Vata dovrebbero consumarli cotti, aggiungendo abbondante olio e spezie digestive. Il carciofo appartiene alla famiglia dei cardi, i cui membri sono noti per essere epatoprotettori (proteggono il fegato). Il carciofo ha un effetto lassativo, che può essere utile in caso di digestione lenta in primavera. Sono difficili da digerire, quindi ancora una volta i Vata vorranno essere sicuri di cucinarli con oli come il burro chiarificato e aggiungere un po' di pepe nero per aiutare la digestione.


La bardana è un classico tonico per il fegato, popolare per una pulizia delicata. E' una pianta comune e se non la raccogli selvatica, puoi trovarla in erboristeria. Si può assumere sotto forma di tisana.


Il prezzemolo è un diuretico eccezionale. A differenza di altri diuretici, consente l'eliminazione di acqua senza perdita di elettroliti. Le sue qualità calde e secche sono utili per drenare l'eccesso di Kapha in primavera. I diaforetici come l'aneto eliminano l'umidità in eccesso dal corpo mentre il dragoncello è un amaro caldo che fluidifica e purifica il sangue.


Erbe per marzo


Le erbe che costruiscono il prana come il basilico santo / tulsi ci assicurano di poter inspirare profondamente. Il tulsi è ideale per eliminare l'eccesso di Kapha dal tratto respiratorio e ha l'ulteriore vantaggio di attivare delicatamente la digestione (agni).


La tisana al cumino, coriandolo e finocchio, è rinomata nell'Ayurveda per le sue proprietà disintossicanti e di supporto digestivo. Gli amari piccanti come il fieno greco sono perfetti per ridurre Kapha a marzo. Cumino nero, semi di sedano, zenzero, cannella, semi di senape e bacche e fiori di biancospino sono anche utili in questo periodo.


Nell'ayurveda si usano molto le erbe che crescono in India. Io preferisco consigliare erbe che crescono qui da noi. Potete trovare queste erbe in una buona erboristeria. 

NOTA BENE: Per un uso costante delle erbe è sempre meglio chiedere un parere di un medico ayurvedico. Se le erbe suddette si usano ogni tanto, non è un problema, ma non dobbiamo pensare che se sono naturali non possono fare male, se assunte in grandi quantità. Non per niente esiste la Fitoterapia, che è la disciplina medica che si serve delle piante e dei loro derivati per scopi medico-terapeutici.


Articoli consigliati per approfondire:


 

(Foto di Arno Smit da Unsplash)


Articolo tratto (e da me modificato) da: What is the Ayurvedic Diet for March? Puoi trovare l'articolo originale qui: https://www.joyfulbelly.com/Ayurveda/article/What-is-the-Ayurvedic-Diet-for-March/3217  (Accessed on 23/02/2024)

73 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page