• Caterina Allegra

A corto di buone intenzioni per l'Anno Nuovo? Ecco alcune alternative!



In realtà non credo ci siano molte persone a corto di idee per l'Anno Nuovo: quelle più comuni riguardano la dieta (in genere si punta a migliorare la dieta: meno zuccheri, meno caffè ecc.), il riprendere un passatempo tanto amato, ma abbandonato (da anni), l'iniziare un nuovo sport o una nuova attività (lo yoga?), leggere più libri, incontrare vecchi amici, stare meno su facebook, essere più buoni, e via dicendo.

Generalmente queste buone intenzioni svaniscono per, diciamo, fine Gennaio (dello stesso anno), anche perché obiettivamente, se non l'abbiamo fatto fino a Dicembre, cosa ci spinge, nell'anno nuovo, a fare qualcosa che non abbiamo intrapreso finora? Spesso il nostro subconscio, come fa sempre, ci blocca nelle azioni che la nostra mente conscia e adulta ci vorrebbe - giustamente - far intraprendere, ma per questo vi riferisco a Carl Jung e compagnia, o ad un buon terapeuta.

Tornando alle buone intenzioni per l'anno nuovo, eccovi una lista di "intenzioni alternative" alle quali forse non avete mai pensato:

1) Concedersi il lusso di non far nulla. Basta forzare se stessi nel pianificare, nel porsi degli obiettivi, nel dover fare fare fare e godetevi la decisione di non fare nulla per qualche ora. Assolutamente nulla.

2) Prendete un vostro pregiudizio ben radicato e convincetevi del perfetto contrario. Non mi dite che non ne avete, tutti ne abbiamo! Qualche esempio? i vegani sono dei fondamentalisti, i bambini sono seccanti, i cani bagnati fanno puzza, quelli che stanno sempre attaccati agli smartphone non hanno vita sociale, i centri commerciali sono dei gironi infernali, non so cucinare, non so ballare, l'arte moderna non serve a nulla, gli americani mangiano tutti al mcdonald... E iniziate a pensare esattamente l'opposto al vostro pregiudizio: esempi? i vegani sono simpatici, i bambini sono deliziosi, i cani bagnati non fanno puzza (magari odorano un po' più forte), chi usa gli smartphone lo fa per stare sempre in contatto con gli amici, e via dicendo. Proprio pensate l'opposto, anzi ditelo, convinti, a voi stessi per prima e a chi vi sta accanto dopo: convinti di quello che dite, mi raccomando!

3) Guardatevi intorno, adesso, e localizzate un oggetto che vi appartiene e che non usate, da 10 anni. Giusto per notate quanta roba accumuliamo e che non ci serve. Se non siete a casa, notate quanta roba inutile c'è in giro. Di solito è di plastica.

4) Notate in che posizione siete seduti mentre state leggendo - ripensateci un po' più spesso. Forse siete stati a qualche mia lezione di Yoga in cui ho consigliato di passare più tempo a gambe incrociate (ergo cambiare sedie in ufficio!), invece che stare seduti su una sedia o su un divano, gambe penzolanti, schiena ben curva, respiro corto. In questa intenzione aggiungerei anche quella di riconnettersi al respiro più spesso possibile durante la giornata per vivere il qui e ora, consapevolmente.

5) Andate in bagno o nel posto dove tenete i vostri cosmetici/creme per i viso/shampoo/crema da barba/deodorante... Giusto per conoscenza, date un'occhiata agli ingredienti e confrontateli qui: www.biodizionario.it

6) Diventate donatori di sangue! personalmente non capisco, se non lo siete, qual'è il motivo, se godete di buona salute? Se leggendo questo già la vostra mente dice no, allora sarebbe davvero il caso di capirne il motivo inconscio. Credete davvero in tutte le dicerie sulle donazioni di sangue? Sapete che donare sangue può davvero aiutare qualcuno a sopravvivere? Potete contattare il gruppo Fratres o Avis più vicino per diventare donatore.

7) Per un giorno, cambiate una vostra abitudine a cui siete così attaccati che pensate di non poterne fare a meno: caffè ogni mattina, doccia insaponatissima ogni sera, e via dicendo. Osservate gli effetti sul corpo (se si tratta di cibo), solo per curiosità. L'idea è quella di staccarsi da quello di cui siamo dipendenti, dalle abitudini, dalla routine, di non dipendere da nulla di materiale per stare bene.

8) Sorridete di più, soprattutto a chi vi tratta male! Ricordo il motto di un amico: "più sono bastardi con te, più devi sorridere loro, in tutta sincerità e onestà - così sì che li sconvolgi!" Che si tratti di scortesi impiegati di banca o della posta, o di nemici di vecchia data, il sorriso è davvero un'arma infallibile! (senza sarcasmo o superiorità, è ovvio, l'idea non è quella di prendere in giro!).

9) Scrivete una email ad un vecchio amico che non sentite da tanto. Email con contenuto, non messaggino su whatsapp o facebook....

10) Fate quello che vi sentite di fare. Siate autentici, veritieri con voi stessi, consapevoli di quello che fate, di cosa dite, anche di cosa pensate. Il pensiero si tramuta sempre in azione. Ma prima di ogni cosa: imparate ad amarvi. Amate il vostro corpo - non andategli contro!- amate i vostri "difetti", la vostra pigrizia, la vostra voglia di non fare nulla. E smettetela di colpevolizzarvi, di sentirvi responsabili della felicità altrui, di voler per forza fare tutto "giusto". Rilassatevi. Smettete di cercare la perfezione, di sfuggire ai momenti difficili della vita, di nascondere quello che non volete vedere.

Iniziate l'anno nuovo rendendovi conto che avete già tutto quello di cui avete bisogno. Finalmente potete smettere di combattere, finalmente potete rilassarvi davvero.

#annonuovo

0 visualizzazioni

​© 2013-2020 by Caterina Allegra

SicilYoga è un marchio registrato

Numero deposito: 302019000030203

(Ministero Sviluppo Economico)