Cos'è lo Yoga?

 

Lo Yoga non è una religione, non è uno sport, non è una dottrina, non è una strana filosofia new age o hippy!

 

Origini

 

Il termine Yoga deriva dal sanscrito योग che significa "unire, unione" ed indica una serie pratiche ascetiche e meditative originate in India.

 

La prima grande opera che sistematizza la pratica dello Yoga si deve a Patanjali, che nel II secolo a.C. redasse le "Yoga Sutra", un testo che trasforma lo Yoga, da tradizione mistica qual'era, a sistema filosofico. Nelle "Yoga Sutra" viene indicato il cammino da seguire per raggiungere il Samadhi, ovvero "lo stato di beatitudine nel quale, sperimentando una differente consapevolezza delle cose, si consegue la liberazione (mokṣa) dal "ciclo delle rinascite" (il saṃsāra)" (Mircea Eliade (2008). Lo Yoga. Immortalità e libertà).

 

Questo cammino passa attraverso 8 stadi o rami dello Yoga (aṣṭāṅga "otto membra"):

1) Yama, ovvero suggerimenti di come comportarsi nei confronti degli altri. Questi sono: la non-violenza (ahimsa), la sincerità (satya), il non rubare (asteya), la continenza (bramacharya), la non avidità (aparigraha)

2) Niyama, ovvero suggerimenti sul come vivere la propria vita. Questi sono: la pulizia (sauca), la contentezza (samtosa), la disciplina (tapas), lo studio dei testi sacri (svadhyaya) e l'abbandono a Dio (Isvara pranidhana), un Dio che non è diverso da noi stessi.

3) Asana, le pratiche fisiche

4) Pranayama, esercizi di respirazione per il controllo del prana, l'energia vitale

5) Pratyahara, controllo dei sensi e conseguente isolamento sensoriale

6) Dharana, concentrazione

7) Dhyana, meditazione, contemplazione

8) Samadhi, congiunzione con l'oggetto della meditazione, assorbimento della coscienza nel sé, estasi. "Quando l'oggetto della meditazione assorbe chi medita, e appare come soggetto, si perde la consapevolezza di se stessi. È il samādhi" (Yoga Sūtra, III.3)

 

Questi rami dello Yoga non devono essere considerati come dei "comandamenti" che bisogna seguire in un ordire preciso. Sono semplicemente dei consigli su come seguire il cammino yogico, che ci aiutano a raggiungere una maggiore consapevolezza in questo mondo. 

 

Per approfondire ulteriormente rimando alla pagina di wikipedia sullo Yoga.

 

Lo Yoga contemporaneo

 

E' indubbio che la maggior parte dello Yoga diffuso oggi ha perso quasi ogni valenza spirituale e contatto con la tradizione ed è diventato una moda da seguire. Spesso viene considerato solo come un tipo di ginnastica fisica con esercizi di respirazione, e presumibilmente per questo motivo riesce ad attirare un numero di persone sempre più elevato. E non ci vedo nulla di male in questo, anzi! Perché ad ogni modo, anche se si fa Yoga solo per l'aspetto fisico, se i risultati sono di diminuire i livelli di stress di noi tutti, che male c'è? Vivremmo di certo meglio se riuscissimo a combattere la piaga dello stress che permea del nostro mondo occidentale.

 

Lo "Yoga" non ha un solo testo sacro, un solo maestro o profeta o guru, non esiste una sola scuola di pensiero, una sola filosofia. E' dunque impossibile avere un unico sistema di certificazione di insegnati Yoga. A livello internazionale, il più importante al momento è lo Yoga Alliance, ma esistono tanti altri sistemi di certificazione di certo non meno validi! 

 

Esistono anche una miriade di stili di Yoga. Tutti derivano dall'Hatha Yoga, che è lo Yoga per il corpo. Tra i stili e le scuole più conosciuti oggi possiamo menzionare: Vinyasa Yoga, Ashtanga Yoga, Yin Yoga, Iyengar Yoga, Kundalini Yoga, Kripalu Yoga, Anusara Yoga, Bikram Yoga, Sivananda Yoga, Integral Yoga, Restorative Yoga, Yoga Therapy, Jivamukti Yoga, Pregnancy Yoga, e via dicendo. Esiste anche lo Yoga Nudo, lo Yoga del vino, lo Yoga della risata ... perché lo Yoga può veramente essere adattato a qualsiasi cosa. Lo Yoga comprende ogni aspetto della nostra vita!

 

Chi può fare Yoga?

 

Tutti possono fare Yoga, basta saper respirare! Quindi non bisogna essere in forma, o magri o atletici, non bisogna apparire, vestirsi attillati, non vi obbligherò mai a fare qualcosa che non vi fa di fare, non sono un'insegnante rigida, non mi piace prendermi troppo sul serio ;)

 

Si inizia a fare Yoga per rilassarsi, per perdere peso, per provare qualcosa di nuovo. C'è a chi piace, c'è a chi no. C'è chi continua a fare Yoga per anni solo per migliorare l'aspetto fisico, c'è chi trova l'aspetto spirituale più interessante. Lo Yoga copre ogni aspetto della vita. Lo Yoga ci invita a vivere in maniera più consapevole, ci aiuta a capire i motivi del nostro stress, ci aiuta a liberare la mente dai problemi, ci aiuta a conoscere il nostro corpo e la nostra mente e a scoprire i motivi di certi dolori e certe paure.

 

Lo Yoga è una pratica interiore, una pratica nella quale l'insegnante è la guida, ma sono gli studenti a dover fare il cammino.

Lo Yoga è una pratica individuale, in cui vengono rispettati i limiti del proprio corpo ma nello stesso tempo si viene sfidati a capire i limiti che la nostra mente ci impone. "Lo Yoga è una pratica interiore. Tutto il resto è solo un circo" (Pattabhi Jois).

 

L'unica cosa di cui c'è bisogno è un po' di curiosità, la voglia di mettersi in gioco e la voglia scoprire un po' di più sul nostro corpo, le nostre emozioni, la nostra mente.

 

Perché fare Yoga?

 

Una delle mie citazioni preferite in questo ambito è di Leslie Kaminoff: "La buona notizia dello Yoga è che ci rende più consapevoli di quello che succede nel nostro corpo. La cattiva notizia dello Yoga è che ci rende più consapevoli di quello che succede nel nostro corpo".

 

Una pratica costante dello Yoga ha, inizialmente, degli effetti quasi immediati a livello fisico: diminuiscono le tensioni nel corpo, ci si sente più forti e sciolti, si dorme meglio. Con il progredire della pratica si evidenziano gli effetti a livello emotivo e mentale: ci si sente meno stressati, più calmi, più in equilibrio. Col tempo si inizia a vivere più pienamente, ci si relaziona meglio con noi stessi e con gli altri. Si vive in maniera più consapevole, in armonia con se stessi e con tutto quello che ci circonda.

Lo Yoga permette di liberarci da vecchi schemi mentali per vivere pienamente il qui e ora, il momento presente.

Sta a noi decidere come vivere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

​© 2019 by Caterina Allegra